Test valvole per scarichi e prese a mare copertina Guidi
///

Valvole per scarichi e prese a mare Guidi: sette anni di test, ecco i risultati.

3 mins read

Sette anni di test per le valvole per scarichi e prese a mare di Guidi. 

Sette anni di test sono tanti, specialmente se pensate che la nostra barca laboratorio sta in acqua tutto l’anno, naviga mediamente più di 1.000 miglia a stagione e viene alata solamente per le operazioni di manutenzione e per far carena.

Un test di assoluto rilievo quindi che, come potete vedere dall’articolo dell’epoca, era stato documentato anche da un primo controllo a due mesi dall’inizio della prova: LINK all’articolo del maggio 2017

Come sono fatte le valvole per scarichi e prese a mare di Guidi

Queste valvole per scarichi e prese a mare sono azionate tramite un meccanismo di rotazione a vite che, movimentato tramite la testa girevole, fa muovere una saracinesca che va cosi a chiudere o ad aprire la valvola stessa. L’assenza della classica leva e la mancanza di attrito nel movimento di apertura e chiusura delle valvole, fa si che si realizzino due vantaggi: la presa a mare può esser installata ovunque (gli ingombri sono inferiori) e sopratutto, quando azionata, non esercita trazioni pericolose sulla vetroresina dello scafo.

Altro grande vantaggio che deriva dall’adozione di queste valvole per scarichi e prese a mare è che sono azionabili da chiunque, il meccanismo di rotazione le rende estremamente morbide da azionare e, dulcis in fundo, la finestra posizionata sulla testa della valvola che indica se la valvola è aperta o chiusa, scongiura qualsiasi pericoloso equivoco.

In queste valvole per scarichi e prese a mare, le superfici metalliche interne in bronzo sono state trattate per evitare la formazione di incrostazioni e per impedire quindi anche il blocco. Un pistoncino di sicurezza posto sulla manopola di ogni valvola ne permette il blocco in chiusura o in apertura per prevenirne la movimentazione accidentale.

Le valvole Guidi installate sulla nostre imbarcazione sono di due tipi:

  1. Alex, una valvola antiblocco a via dritta con due manicotti contrapposti e un otturattore a 90 gradi.  Un brevetto esclusivo dell’azienda produttrice
  2. Antiblocco 2210, una valvola dotata di  via interna dritta che permette il passaggio del 100% dei liquidi, dotata internamente, di un sistema di  prevenzione delle incrostazioni che ne impedisce il blocco. Dotata anche di fermo di sicurezza

Valvole per scarichi e prese a mare Guidi

 

Test in mare: come va oggi, dopo sette anni di utilizzo? 

Il test è positivo, presenta dati decisamente superiori alla resa delle valvole tradizionali, con le valvole per scarichi e prese a mare di Guidi non abbiamo mai riscontrato alcun tipo di problema. Le abbiamo usate per i carichi e gli scarichi del nostro Daydreamer, aprendole e chiudendole in continuazione e soprattutto, sfruttando i periodi di fermo della barca laboratorio, ne abbiamo apprezzato il funzionamento anche dopo mesi di inattività, vero banco di prova e contemporaneamente tallone d’Achille delle valvole tradizionali. La nostra barca peraltro è un linea d’asse di vecchia generazione per cui la sua sentina è purtroppo molto spesso bagnata e, come vedete dalla foto che segue, il confronto tra valvole realizzate in materiali tradizionali e quelli di Guidi, è decisamente impari.

Passati sette anni non possiamo che confermarlo, tutte le valvole Alex ed Antiblocco che abbiamo installato, sono in ottimo stato di conservazione. Sulla loro superficie si nota, solo in alcuni punti, una naturale e leggera patina verde. Un buon metro di paragone lo abbiamo avuto osservando le comuni valvole di altri marchi che avevamo installato contemporaneamente a quelle in prova.

Test valvole per scarichi e prese a mare

Ebbene le valvole per scarichi e prese a mare della Guidi, ad ogni uso, sono sempre state morbide e fluide, la rotazione delle teste non ha mai presentato un singolo problema e, cosa molto importante, non abbiamo mai riscontrato segni di otturazione ne abbiamo trovato mai traccia di perdite.

Questi prodotti però hanno caratteristiche così peculiari che ci devono spingere ad effettuare ben altre considerazioni, relative alle differenze con le valvole tradizionali, azionate a leva e cioè, più sinteticamente, perché dovrei acquistare questa tecnologia? Quali sono i vantaggi che apporterebbe alla mia imbarcazione?

Noi, dopo averle usate, abbiamo individuato tre punti importanti in loro favore.

1)  Facilità di installazione : essendo sprovviste di leve di apertura, possono essere montate in angoli angusti, con minimi ingombri.

2) Praticità e facilità d’uso : la testa girevole è demoltiplicata (più giri, carico e pressione minore!) quindi l’azione sulla valvola è sempre morbidissima ed il suo azionamento non presuppone l’utilizzo della forza, anche un bimbo le azionerebbe facilmente. In tutti questi mesi le valvole non hanno mai presentato un accenno di grippaggio, mai!

https://vimeo.com/924360939

3) Sicurezza: Le valvole per scarichi e prese a mare sono installate nei punti critici di ogni imbarcazione e presidiano le prese a mare, inutile sottolineare l’ovvia importanza di questo punto. La dicitura “aperto/chiuso”, chiaramente visibile da chiunque attraverso le finestre delle teste, elimina il rischio di pericolosi errori e ci aiuta ad avere un chiaro controllo sul loro stato.

Grazie inoltre alla fluidità di funzionamento,  non andremo mai a sforzare sul complesso “valvola – presa a mare – scafo” e questo è un punto importantissimo. Le valvole tradizionali sono munite di leve e, quando queste sono bloccate, le forze che utilizziamo per sbloccarle agiscono e si riversano sul complesso appena citato, mettendone a dura prova sia la sigillazione (vie d’acqua) che la resistenza dei singoli componenti (prese a mare e leve delle valvole).

Le valvole per scarichi e prese a mare di Guidi sono inoltre esenti da componenti soggetti ad ossidazione, caratteristica da noi verificata, e questo dimostra oltre ogni ragionevole dubbio il divario fra questo prodotto e quello tradizionale.

Durante il nostro test le operazioni di apertura e chiusura, sono state effettuate non soltanto da noi, che ne conosciamo perfettamente il funzionamento, ma anche da altre persone, ospiti a bordo e, possiamo assicurarvi che l’intuitività del loro funzionamento non ci hai mai fatto sentire la classica domanda: puoi ricontrollare le prese a mare, non sono sicuro di averle aperte/chiuse bene?

In conclusione possiamo sicuramente certificare l’efficacia di questo prodotto e consigliarne l’installazione a bordo.

Queste valvole, seppur poco più costose di quelle tradizionali, presidiano le vie d’acqua delle nostre imbarcazioni e a nostro parere non ha senso risparmiare, la sicurezza in mare non ha prezzo.

Luca D'Ambrosio

Direttore responsabile, tester e giornalista. Comincia a navigare in tenera età con il padre poi da adulto scopre la vela e le regate d'altura.
Lavora da più di trent'anni in editoria e naviga continuamente, soprattutto a bordo della barca della redazione, una vecchia signora dei mari che ha ristrutturato completamente e che svolge egregiamente la funzione di "laboratorio mobile" per The International Yachting Media.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Navaltecosud Boat Stand, l’avanguardia globale nelle attrezzature per i cantieri nautici

Next Story

Tagliando in barca: guida completa e consigli utili per fare da se

Latest from Blog

Notizie flash 2024

Notizie Flash Giovedì 18 aprile 2024 ED 32 C-ULTRA Prime prove in mare per il nuovo