Prestige M8
/////

Prestige M8, la reinvenzione del catamarano a motore. Prova in mare

5 mins read

PRESTIGE M8: Camillo Garroni non innova ma, letteralmente, reinventa il catamarano a motore. 

L’arrivo del nuovo Prestige M8 rompe finalmente gli schemi di un mercato troppo abituato a vedere i catamarani a motore come surrogati (senz’albero) di un multi scafo a vela. In questo contesto Camillo Garroni non si limita ad innovare ma, letteralmente, reinventa il catamarano a motore, regalandogli finalmente una sua connotazione specifica, fatta di forma e di sostanza, creando di fatto un nuovo segmento di mercato che semplicemente prima non esisteva.

PRESTIGE M8 è un’imbarcazione d’avanguardia che, in 20 metri, riesce a regalare spazi, funzioni ed ambientazioni che sono tipiche solo dei grandi superyachts a motore. Una novità che proprio non potevamo esimerci dall’analizzare in dettaglio.

Come è fatto il nuovo PRESTIGE M8

Difficile non rimanere immediatamente affascinati dal nuovo PRESTIGE M8 che, a dispetto delle sue ragguardevoli dimensioni, riesce a sfoggiare una linea leggera sinuosa ed accattivante, distante anni luce dal design tozzo e cubico a cui il mercato dei multiscafi ci aveva abituato negli ultimi anni.

La sapiente mano di Camillo Garroni modella abilmente le superfici concave e convesse di questo catamarano che, esaltate da contrasti cromatici, da un lato celebrano la bellezza di queste linee, ma dall’altro riescono a rivestire il nuovo PRESTIGE M8 di un design unico nel suo genere, destinato certamente a non invecchiare nel tempo. 

Ma il design di questo catamarano non si limita a stupire al primo sguardo, va ben oltre, permeando l’anima stessa di quest’imbarcazione che, mirabilmente, riesce a sintetizzare forma e funzioni in un cocktail perfetto, in grado di eliminare qualsiasi barriera fra il mare e l’imbarcazione stessa.

Ne è un chiarissimo esempio il main deck, che grazie ad un abile utilizzo di finestrature e superfici riflettenti, estende i suoi confini ben oltre il limite fisico delle sue seppur enormi dimensioni, spingendosi a conquistare gli spazi esterni in modo quasi impercettibile ai sensi. Ed è cosi che si passa da un salone immenso, che ricorda molto lo stile di una villa sull’acqua di Miami, a questa enorme terrazza che regala un contatto con l’ambiente circostante che non ha paragoni.

Da qui si scende alla beach area di poppa dove una piattaforma mobile da oltre quattro metri, realizzata appositamente per questa imbarcazione, si anima e diventa una preziosa discesa a mare o, volendo sognare fino in fondo, completamete estesa consente anche di cenare a pelo d’acqua.

Percorrendo i passavanti si giunge infine alla prua che, sfruttando i quasi nove metri di baglio offerti dal PRESTIGE M8, consente di alloggiare un prendisole semplicemente immenso ed un altro salone in piena regola, in grado di accogliere 8/10 persone che da qui godranno di una vista privilegiata del panorama.

Ben due le scale che portano al flybridge che, grazie ai sui cinquanta metri quadri di superficie, regala spazio sufficiente (ed abbondante) alla postazione di comando esterna, ad un tavolo da 8/10 persone, a un mobile bar e divani, poltrone prendisole a volontà.

Difficile come dicevamo non rimanere affascinati dagli oltre 350 metri quadrati che questa imbarcazione è in grado di offrire, anche se, sembra incredibile, ma queste dimensioni colpiscono ancor di più andando a scoprire la zona notte.

E’ qui che troviamo l’appartamento dell’armatore, una vera e propria suite da oltre 30 metri quadri, che sfrutta il baglio massimo dell’imbarcazione per dare spazio ad un letto king size, una cabina armadio ed un salotto privato da quattro posti. enorme anche il locale bagno che prevede due lavandini, una doccia ed un locale wc sapientemente separati.

Le altre cabine si sviluppano nei due scafi e, in funzione della versione che sceglieremo, galley up o down, possono essere 4 o 5, sempre dotate di servizi privati, en suite. La versione che preferisco senza alcun dubbio è la galley down che, se da un lato rende il main deck ancora più bello, dall’altro sfrutta lo scafo di dritta per alloggiare la cucina e una cabina doppia che può essere dedicata al comandante anche se, a prua, possono essere alloggiate altre due cabine equipaggio.

In questa versione lo scafo di sinistra ospita due VIP cabin dotate di letti queen size e di dimensioni superiori al consueto.

Per le famiglie numerose o per gli armatori che amano aver la barca sempre piena di ospiti c’è anche la versione a 5 cabine che certamente ottimizza ancor più lo spazio dedicato alla notte, portando la cucina nel ponte principale.

Esiste infine anche una versione Galley Up a 4 cabine, molto intelligente, che consente allo scafo di sinistra di ospitare in pratica una seconda Master Cabin, dotata di salotto privato.

Il nuovo PRESTIGE M8 non è solo meraviglioso ma, ad un occhio attento, si rivela anche in grado di soddisfare moltissime necessità, in pratica un catamarano costruito in modalità semi-custom… Un concetto confermato anche dalla scelta della designer di interni, Valentina Militerno de Romedis che, di nuovo con grande maestria, arreda quest’imbarcazione con gusto sopraffino, rendendo possibile una grande scelta di materiali e di colori e, di nuovo, consentendo la realizzazione di una barca molto personalizzata, proprio come si fa con  i superyachts.

Ma d’altro canto questo PRESTIGE M8 è di fatto un superyacht a tutti gli effetti, sia per le dimensioni che per il grande lavoro di finitura che, palesemente, il cantiere di Monfalcone riesce a produrre.

 

La prova in mare

Il comfort è il concetto primario attorno al quale Marc Lombard (altra grande firma) ha sviluppato l’ingegneria navale dei due scafi che, ve lo anticipiamo, regalano al nuovo PRESTIGE M8 la capacità di navigare in modo pressoché perfetto.

Ai comandi la sensazione è di controllo totale, dal flybridge la vista spazia a 360° regalando una grande sensazione di sicurezza. Metto la mano sulle manette ed accelero piano, non siamo a bordo di un motoscafo, ma di un grande catamarano, un’imbarcazione che merita rispetto.

Si naviga ovviamente con una stabilità che non ha confronti con nessun monoscafo e, in questo caso, anche nel più assoluto silenzio, una modalità di andar per mare decisamente meravigliosa. A 8 nodi si naviga sul velluto e, grazie all’idrodinamica che solo un catamarano rende possibile, si consumano meno di 20 litri ora complessivi, ovvero meno di 3 litri per miglio nautico percorso! Un andatura che non è solo economica ma che rende possibile un livello di emissioni bassissimo per una barca di queste dimensioni. 

Anche a 10 nodi PRESTIGE M8 consuma pochissimo, meno di 4 litri al miglio, un vero primato, dovuto certamente al lavoro certosino che Marc Lombard ha fatto con queste due carene.

La barca naviga in regime di dislocamento puro fino a 10 nodi circa poi stacca due scie parallele, una da ognuno dei due scafi e si libera dell’acqua cominciando a planare. Fra i 14 e i 16 nodi si naviga in modalità di crociera veloce, utile per sfuggire al maltempo o semplicemente per consentirci si raggiungere velocemente la nostra destinazione. A questi regimi chiaramente consumiamo di più, circa 12 litri al miglio, ma sempre molto, ma molto meno di quello che un monoscafo a motore farebbe.

A tutto gas PRESTIGE M8 raggiunge agevolmente i 21 nodi, andatura che possiamo tenere per un periodo limitato di tempo, ma che può esser utile per toglierci dai guai in più di un’occasione.

Alla massima velocità accenno un paio di virate che il nostro catamarano affronta senza incertezze, in piena sicurezza, poi attraverso senza decelerare le onde provocate da una grande imbarcazione di passaggio. PRESTIGE M8 fende la grande onda che si presenta di prua senza che la struttura che unisce i due scafi impatti sull’onda, ottima caratteristica, abbastanza unica per un catamarano. Una qualità che deriva certamente dal disegno stellato che Lombard ha dato a questa struttura, un vero e proprio tocco di genio.

Rallento e mi fermo, la stabilità è impressionante, PRESTIGE M8 non rolla nemmeno a pagarlo! Le notti in rada saranno a cinque stelle a bordo di questo yacht. 

Innesto una manetta in avanti ed un altra indietro, al minimo, giusto per provare a vedere come evolve questo cat e, immediatamente lui comincia a girare sul posto, con una precisione assoluta. Ok ho capito, questo superyacht lo ormeggia anche un ragazzino, davvero molto comodo.

PRESTIGE M8 mi ha decisamente conquistato, sotto tutti i punti di vista. 

PRESTIGE M8: Dati della prova

RPMVelocitàConsumi lt/hlt/miglio nauticoAutonomia
             6004,274,10,96          3.853
             7505,147,11,38          2.679
          1.0006,711,51,72          2.156
          1.2508,2421,12,56          1.445
          1.5009,8135,63,63          1.020
          1.75010,754,85,12             722
          2.00011,4877,63             485
          2.25012,213110,74             345
          2.50014,316811,75             315
          2.75017,720811,75             315
          2.95020,724111,64             318

Condizioni della prova: 12 persone a bordo, mare poco mosso, vento debole, acqua 50%, carburante 80%.

Caratteristiche Tecniche

Lunghezza fuori tutto19.82 m 
Lunghezza scafo19.67 m
Baglio massimo8.85 m
Pescaggio1.65 m
Altezza 8,5 m
Dislocamento leggero41 120 kg
Dislocamento a pieno carico52 670 kg
Velocità massima20 Kn
Velocità di crociera15 Kn
Serbatoi carburante2 x 1 850 L
Serbatoi acqua2 x 425 L
Acqua calda120 L
Acque nere 240 L
Cabine4/5 + 1 equipaggio (std) + 1 equipaggio (opzional)
Categoria di navigazioneA – 10 / B – 12 / C – 16 / D – 20
Motori VOLVO 2 x D8 – 600 HP – V-Drive
DesignersGarroni Design / Marc Lombard
 Valentina Militerno De Romedis

Luca D'Ambrosio

Direttore responsabile, tester e giornalista. Comincia a navigare in tenera età con il padre poi da adulto scopre la vela e le regate d'altura.
Lavora da più di trent'anni in editoria e naviga continuamente, soprattutto a bordo della barca della redazione, una vecchia signora dei mari che ha ristrutturato completamente e che svolge egregiamente la funzione di "laboratorio mobile" per The International Yachting Media.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Absolute Yachts a Cannes con 9 lussuose barche in acqua

Next Story

Project Maverick: Quick apre uno showroom galleggiante: il debutto a Genova

Latest from Blog