ZARmini-Rib-16-Zar-Formenti
ZARmini-Rib-16-Zar-Formenti
////////

A Gibilterra in gommone, la nuova impresa targata Zar Formenti a bordo di uno ZARmini Rib 16

1 min read

Dopo il Giro d’Italia, il viaggio fino alle Colonne d’Ercole e ritorno. Sempre in gommone, sempre con una sfida di resistenza con il mare. Zar Formenti sta compiendo una nuova impresa con lo ZARmini RIB 16 Italo motorizzato con un Suzuki DF40A, la Genova-Gibilterra-Genova.

Zar-Formenti-partenza-Genova
Lo ZARmini Rib 16 Italo alla partenza a Genova

L’iniziativa nasce dal Club del Gommone di Milano, che nel 2017 ha condotto la staffetta da Genova a Padova passando per Venezia, 1.767 miglia in 27 giorni di navigazione. Questa volta però i soci hanno deciso di puntare verso ovest, toccando un punto simbolico della nautica europea: le Colonne d’Ercole, appunto, il luogo che per secoli è stato considerato invalicabile per i naviganti.

Il team di marinai ha mollato l’ormeggio sabato 21 aprile dal Salone di Genova. La rotta prevede l’arrivo a Tarifa, a Gibilterra, per poi ritornare nel capoluogo di regione ligure. Si tratta di una distanza stimata intorno alle 2.200 miglia, su cui si alterneranno gli undici equipaggi previsti. Ognuno di loro dovrà quindi compiere circa 200 miglia su un gommone Zar Formenti di cinque metri, gestendo il carburante a disposizione e affrontando le difficoltà in alto mare.

italo Zar FormentiLa staffetta prende il nome di “A Gibilterra in gommone”, e sui social network sta riscontrando buon seguito tra gli appassionati anche per merito dell’hashtag #gibilterraingommone. Il pubblico della rete può seguire in diretta gli spostamenti dello ZARmini RIB 16 sul sito dedicato. Il rientro a Genova è previsto per i primi giorni di giugno, tempo permettendo.

L’aspetto più impegnativo è senza dubbio la gestione del gommone e del motore, che è a carico dei partecipanti. Allo stesso modo i gommonauti si devono documentare su trasferimenti, meteo, rifornimenti e ostacoli di ogni genere. In loro soccorso interviene la strumentazione di Simrad Yachting, partner tecnico ufficiale dell’impresa. Lo ZARmini RIB 16 monta infatti il GO7 XSR, sistema progettato dal brand norvegese.

Zar-Formenti-ItaloPer rendere l’evento una staffetta a tutti gli effetti, il cambio di equipaggio avviene con il passaggio di testimone a bordo. “A Gibilterra in gommone” sarà un altro test importante sull’affidabilità del 5 metri targato Zar Formenti, che ha già dimostrato di saper compiere lunghi tragitti con un consumo limitato di carburante.

La serata di presentazione dell’evento ha visto la partecipazione di Sergio Davì, il primo ad aver attraversato l’Atlantico, da Palermo al Brasile, su gommone. Il protagonista dell’Ocean Rib Experience, di cui vi abbiamo parlato in un articolo dedicato, ha presentato il suo libro dedicato all’impresa: “Io, il mare e il mio sogno Atlantico”. Il siciliano non ha preso parte alla Genova-Gibilterra-Genova, ma sta preparando una nuova avventura. Finora non ha lasciato trapelare nulla, ma conoscendolo si tratterà di qualcosa di speciale…

2 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Spinning al barracuda. I suggerimenti di Emiliano Gabrielli sulle tecniche di recupero e sulla scelta delle esche

Next Story

Besenzoni al Versilia Yachting Rendez-Vous con la poltrona pilota P400 Matrix

Latest from Blog

Notizie flash 2024

Nasce oggi una rubrica settimanale dedicata alle notizie flash. Uno strumento pensato per presentare un riassunto