//

Gaetano Mura: tappa forzata in Australia per riparare Italia. Record ancora possibile

Start

Dopo 65 giorni (e 6 ore e 38 minuti) dalla partenza da Gibilterra, il 31 dicembre scorso, Italia tocca terra a Perth, con circa metà delle miglie previste.

Geatano Mura , record si ferma in Australia
Il Class 40, ormeggiato a Perth.

Cinque giorni di navigazione  “In direzione ostinata e contraria”: dal freddo antartico verso il nord di un’ estate australiana che oggi segna 38 gradi. Un viaggio nel viaggio i cui giorni ”mancanti” avrei tanto preferito poterveli raccontare in longitudine, anziché nella  decrescente latitudine  che ha scandito i giorni emotivamente più impegnativi di questa mia straordinaria avventura  – Così ci dice amareggiato Gaetano, che sul suo Class 40 si è lanciato nel “Solo Round the World Record”, il giro del mondo in solitario che si pone l’obiettivo battere il record di circumnavigazione del globo a bordo di 137 giorni del cinese Guo Chuan. Ma non tutto è perduto per l’italiano.

Sono passati 22 giorni da quando Italia ha subito un urto contro un oggetto galleggiante non identificato, ma in quell’occasione Gaetano riuscì a ripararla con i mezzi di bordo. Infatti il problema ai timoni era stato risolto per proseguire la navigazione secondo il corso pianificato. Poco dopo però sono sopraggiunti altri problemi, al pilota automatico, alla centralina del vento, e anche al sistema di comunicazione satellitare. Una serie di avarie che hanno reso inevitabile la sosta in Australia.

Geatano Mura , record si ferma in AustraliaSulle banchine di Fremantle hanno accolto Italia e Gaetano  il Console David Balloni, Scott Olney, Sailing Manager del Freemantle Sailing Club, e il giudice di regata Raf Bellofiore, ma anche alcuni inviati di tv e stampa australiana e una piccola folla di appassionati.  Gaetano si è mostrato provato sia fisicamente sia moralmente: Non ho da rimproverarmi nulla – così Gaetano – so di aver speso tutto me stesso. Purtroppo però quando si compete con mezzi meccanici così complessi il problema è sempre dietro l’angolo e quando ti capita, non puoi far nulla. E’ stata durissima dover accettare di fermarsi, è l’ultima cosa che avrei voluto fare. I cinque giorni che ho impiegato per arrivare sin qui a Fremantle sono serviti anche per trovare la forza di affrontare tutto questo. Certo, avrei preferito pensare di tornare a Cagliari con un altro risultato. Ora vediamo quali sono le condizioni della barca e se, a seguito dei controlli, saranno considerate tali da permetterci di ripartire.

Geatano Mura , record si ferma in Australia
Italia è un Class 40 costruito dal cantiere navale Bert Mauri di Rimini. E’ lunga ft 12,19 metri per un baglio di 4,5 metri, un pescaggio di 3 e un dislocamento di 4.500 kg

Per l’arrivo di Italia è stato allertato il World Sailing Speed Record Council – l’ente deputato all’omologazione dei record di velocità a vela – che in base al regolamento internazionale, ha dato il via libera alla registrazione del record del giro del mondo in solitario non più senza assistenza e senza scalo ma, come in questo caso, con assistenza e scalo. L’ultima parola spetta tuttavia al team e a Gaetano, nonché alle conferme da parte dei tecnici dopo che specialisti sottoporranno Italia a controlli generali e alla riparazione di quanto necessario per metterla in condizione di riprendere il mare in assoluta sicurezza. Aspettiamo quindi con ansia per capire se e in quanto tempo Italia potrà tornare a navigare.

Lascia un commento

Your email address will not be published.