2023 di Mercury Marine
///

Il 2023 di Mercury Marine: un anno ricco di innovazioni

3 mins read

Il 2023 di Mercury Marine è un anno, anche se non è ancora finito, che ha portato grandi novità nel mondo nautico e che non ha smesso di stupire, di mese in mese. 

A partire dalla fine del 2022 il colosso americano, che dai primi anni del ‘900 produce motori marini, ha dato prova della sua continua innovazione, immettendo nel mercato i nuovi fuoribordo Mercury Verado V10 da 350 CV e 400 CV. 

Solo il mese dopo, a dicembre 2022, le soddisfazioni non sono tardate ad arrivare: l’azienda è stata eletta “Great Place to Work” grazie al positivo riscontro da parte dei dipendenti, che hanno dato un feedback ottimo all’intero ecosistema Mercury. E così è iniziato un altro anno…

2023 di Mercury marine 500

Il 2023 di Mercury Marine in breve

A gennaio 2023 ha fatto il suo ingresso nel mondo Mercury Marine il primo motore elettrico dell’azienda, con la presentazione ufficiale al Boot di Düsseldorf di Avator 7.5e. 

A febbraio 2023 scende in campo il nuovo Mercury 400R: destinato principalmente ai natanti sportivi capaci di spingersi ben oltre le 75 miglia all’ora, questo fuoribordo sportivo sviluppa più potenza e raggiunge regimi più elevati rispetto a qualunque altro fuoribordo della sua categoria. Non solo, sempre nel mese di febbraio, debutta la nuova timoneria E-Steer: elettrica, silenziosa, molto precisa e compatibile con fuoribordo Mercury V10 e V8 Verado® e i modelli SeaPro™ dotati di Advanced MidSection (AMS), come pure con i fuoribordo Mercury Racing® 450R e 300R dotati di Racing AMS.

Mercury Avator 7.5e profileNel mese di marzo 2023 Avator 7.5e vince il premio Innovation Award al Miami International Boat Show, un riconoscimento frutto dell’obiettivo dell’azienda di ampliare l’accesso alla navigazione, al tempo stesso apportando sostenibilità tramite caratteristiche quali semplicità di utilizzo, connettività e batterie con tecnologia intelligente.

A maggio 2023 per la prima volta nella storia Mercury Marine ha fatto la sua presenza al Salone Nautico di Venezia, e a luglio 2023 il colosso americano ha festeggiato i 50 anni di Mercury Racing: gamma sportiva del marchio capace di straordinarie prestazioni da corsa. In occasione dell’anniversario viene lanciato il nuovo Mercury 500R, di cui vedremo le potenzialità tra poco confrontandolo con Mercury 450R. 

Ad agosto 2023, forti dell’enorme successo e apprezzamento di Avator 7.5e, vengono lanciati i motori elettrici Mercury più potenti: Avator 20e e Avator 35e. Finora queste sono le novità più rilevanti nel 2023 di Mercury Marine, che hanno reso quest’anno ricco di innovazioni, in attesa di vedere cosa ci aspetterà tra pochi mesi.

Mercury 500R VS Mercury 450R: le differenze

Il nuovo Mercury Racing V8 500R, lanciato in occasione del 50° anniversario del marchio, è il motore endotermico dalle altissime prestazioni sportive più potente dell’intera gamma. 

500R_Intake_ThrottleBody_RedIl motore, un V8 da 500 CV sovralimentato è il compagno perfetto per i possessori di barche sportive che non si accontentano mai della velocità, della reattività e della potenza. Molte componenti sono nuove, tra cui il blocco cilindri più robusto con bielle, bronzine e pistoni rinforzati per sostenere una maggiore pressione di combustione. Il nuovo volano ad inerzia ridotta poi permette a questo motore di salire più rapidamente di giri (fino a ben 6600 Rpm), rendendo l’accelerazione molto più scattante. 

La pressione di sovralimentazione del compressore è aumentata del 26% con un ingresso d’aria ottimizzato e possiede un nuovo albero di trasmissione che garantisce un +10% di coppia rispetto a Mercury 450R. 

Una nuova tecnologia di compensazione dell’umidità favorisce delle prestazioni costanti in diverse condizioni atmosferiche: un particolare sensore fa in modo che la calibrazione rimanga sempre la più aggressiva, e la performance venga ottimizzata virtualmente nelle diverse situazioni. Grazie a queste rilevazioni i diportisti potranno contare su circa 30CV in più rispetto alla potenza disponibile senza compensazione di umidità e con all’ECM del motore si riesce a combinare l’umidità con i dati sulla pressione e sulla temperatura dell’aria per ottenere la fasatura di accensione migliore. È la prima volta che questa tecnologia viene applicata al settore nautico consentendo una calibrazione più ruggente e ottimizzando le prestazioni in qualsiasi condizione. 

Il Mercury 500R è il primo prodotto a presentare l’esclusivo Advanced Racing Core (ARC) con il nuovo sistema Midsection che migliora longevità e prestazioni. La piastra di fissaggio ha 7 fori, è più grande e più robusta, e riesce ad alzare il motore di ulteriori 7,6 cm, il doppio di Mercury 450R. In generale anche i supporti sono più rigidi e il pistone di sterzo ha un 20% in più di forza, in funzione della coppia aumentata del 10% rispetto al 450R. 

Un’altra grande novità è il piede R-Drive: progettato appositamente per questo motore fuoribordo, è disponibile in 2 versioni compatibili con un’ampia gamma di imbarcazioni. Entrambe le versioni hanno un profilo a mezzaluna e un “torpedo” dalla forma allungata e ottimizzato a livello idrodinamico per le alte velocità. 

Il piede R-Drive “normale” prevede una pinna di lunghezza standard con un’efficiente sezione trasversale parabolica con campanatura sinistra o destra per bilanciare la forza sterzante con eliche standard e controrotanti. È pensato ed ottimizzato per essere efficiente sott’acqua e in semi-superficie, su imbarcazioni in grado di raggiungere velocità comprese tra le 85 e le 100 miglia orarie. 

La versione R-Drive Sport invece è ottimizzata per applicazioni di superficie per le imbarcazioni ad altissima velocità, in grado di viaggiare regolarmente sopra le 100 miglia orarie. È dotata di una pinna più lunga rispetto alla versione base che le permette di mantenere il controllo dello sterzo mentre opera in superficie, durante le velocità più elevate e nei motori montati nella posizione più alta. Presenta inoltre una forma a cuneo dal bordo d’attacco al bordo d’uscita, è disponibile anche senza campanatura o con campanatura destra nel caso di barche monomotore. L’albero di trasmissione è realizzato con una lega di acciaio inossidabile aerospaziale ad altissima resistenza, per sostenere le vibrazioni causate dal carico e scarico di un’elica di superficie. 

È disponibile nelle colorazioni Phantom Black, Cold Fusion White o in versione pronta da verniciare con grafica a scelta tra Mercury Racing e Devil Eye Red. E dopo queste novità nel 2023 di Mercury Marine siamo curiosi di vedere quello che ci aspetterà entro la fine dell’anno e con l’inizio del 2024.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Piano del Mare, Confindustria: “Ruolo marginale per industria nautica”

Next Story

Zuzana Prochazka e Alan Jones si uniscono all’equipaggio di The International Yachting Media

Latest from Blog