////

Nasce la Fiera Nautica di Sardegna, il 22-26 aprile a Olbia

1 min read

Si terrà a Olbia la prima edizione della Fiera Nautica di Sardegna, nuovo evento che si pone l’obiettivo di valorizzare il comparto regionale della cantieristica navale. «Si tratta di un’industria con un peso molto importante in Sardegna, che aveva dunque bisogno di avere il proprio salone di riferimento sia per aumentare la sua visibilità sul territorio, sia per rivolgersi con maggiore forza al continente», ha affermato il direttore organizzativo dell’evento Angelo Colombo nel corso della conferenza stampa di presentazione tenutasi martedì a Olbia.

Organizzata dal Cipnes Gallura e in programma dal 22 al 26 aprile prossimi alla Marina di Olbia, la Fiera Nautica di Sardegna ospiterà oltre 70 imbarcazioni in acqua tra barche a vela e a motore e 65 stand a terra. Oltre a questi, per i visitatori e gli espositori ci sarà una parte importante di intrattenimento enogastronomico e culturale grazie alla partnership col progetto Insula, che porterà come valore aggiunto la presenza di alcune aziende agroalimentari e di artigianato d’autore del territorio sardo. «Qui ogni giorno, a partire dalle ore 18, saranno organizzati dei momenti di incontro b2b dedicati agli espositori, per permettere loro di scambiare esperienze e creare nuove connessioni professionali», ha annunciato Colombo.

fiera nautica di sardegnaOltre a ciò, ha aggiunto il direttore generale del Cipnes Gallura Aldo Carta, «il programma della Fiera Nautica di Sardegna sarà completato da una serie di talk e dibattiti sui temi più sentiti dal comparto nautico regionale: la formazione professionale (il 22 aprile, in collaborazione con Confindustria Nautica), le ultime novità sulla normativa e sulla contrattualistica commerciale (il 23 aprile, in collaborazione con l’Università di Sassari) e la sostenibilità ambientale. Inoltre, nel corso della fiera sarà presentato in anteprima il nuovo report del Cipnes sul volume economico, finanziario e occupazionale prodotto dall’industria nautica in Sardegna».

La Fiera Nautica di Sardegna ha insomma tutte le carte in regola per diventare un evento di riferimento a livello nazionale, anche al fine di «raggiungere tutti i traguardi affinché il nostro comparto diventi un distretto nazionale della nautica», come ha spiegato il presidente del Cipnes Gallura Gianni Sarti. D’altronde, il distretto di Olbia negli ultimi anni ha vissuto una stagione di grande sviluppo, in particolare per l’offerta di servizi nautici di qualità con cantieri e operatori del settore provenienti anche da altre parti d’Italia, attratti dal sempre più effervescente mercato locale e dalla vicinanza della Costa Smeralda. La località sarda è poi la sede di molti cantieri produttori come Novamarine, Maori, G-Tender, Apex e Marino, nonché di strutture tecniche d’eccellenza per la cura delle imbarcazioni e il refit come Sarda Nautica Olbia, Cantieri Costa Smeralda e Valdettaro Shipyard.

Oltre ai cantieri navali del territorio, alla Fiera Nautica di Sardegna hanno confermato la loro presenza svariate aziende specializzate nell’offerta di servizi turistici quali agenzie di brokeraggio, agenzie turistiche, operatori del charter e agenzie di servizi.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Salone Nautico Venezia, 3^ edizione dal 28 maggio al 5 giugno

Next Story

The International Yachting Media sbarca in Francia con Béréngere Denis

Latest from Blog

Notizie flash 2024

Nasce oggi una rubrica settimanale dedicata alle notizie flash. Uno strumento pensato per presentare un riassunto