///

Marina di Varazze Classic Cars, conclusa con successo la quarta edizione

Start

Si è conclusa da poco la quarta edizione del Marina di Varazze Classic Cars, evento organizzato dall’omonima Marina e dal Club Ruote d’Epoca Riviera dei Fiori di Albenga. La peculiare manifestazione si è distinta anche quest’anno per essere riuscita ad avvicinare il mondo delle auto d’epoca a quello dello yachting, proponendo un concorso di eleganza dove il mare è una presenza costante-

Azimut 60 FlyI 30 equipaggi partecipanti, in seguito al loro arrivo a Varazze nel pomeriggio di Sabato, hanno avuto il piacere di una gitata a bordo di un Azimut 60 Fly, messo a disposizione dal Cantiere di Avigliana. All’uscita ha anche partecipato Maria Angela Calcagno, assessore all’ambiente di Varazze, e che ha avuto l’onore di svolgere il compito di guida, mostrando le bellezze e le caratteristiche del golfo ligure.

Le vetture hanno sfilato attraverso la città il giorno successivo, giungendo al suggestivo Lungomare Europa, tratto pedonale lungo circa cinque chilometri che normalmente è chiuso al traffico, rientrando poi in tarda mattinata per la premiazione. La valutazione delle automobili è stata svolta dai commissari dell’ Automotoclub Storico Italiano, Antonio Fraioli e Stefano Cerrone. Il vicepresidente ASI, Antonio Verzera, è stato ospite d’onore alla manifestazione e ha sfilato su una MG Morris Tipo Turismo TC-1949.

Le vincitrici per ogni categoria del Marina di Varazze Classic Cars

Una Singer Le Mans Special Speed del1934 è stata premita nella categoria “Best in Show“. “Special”anche perchè è la prima vettura antecedente al ’45 a vincere in questa categoria. In passato questo esemplare ha avuto numerosi altri momenti di gloria: è stata denominata Le Mans proprio per onorarare il suo settimo e ottavo posto assoluto ottenuti nel 1934. Nonostante il suo passato, oggi è in buone condizioni di meccanica, carrozzeria e interni.

Classic Cars YoungtimerNella categoria Anteguerra ha vinto la Citroen B14C del 1927 che grazie al suo motore a 4 cilindri da 1600 cc riusciva ad avere una buona potenza e affidabilità piazzandosi con successo nel mercato medio alto transalpino.

La Fiat 1200 Spider del 1957 si è distinta nella la categoria Anni ’50. Questa due posti richiama esteticamente i modelli in vendita all’epoca del mercato americano anche grazie alle ricche e brillanti cromature.

Per gli Anni ’60, troviamo una Porsche 356B del 1960 dotata di un raro tettuccio apribile che, rispetto al primo modello presentato a Ginevra nel 1948, possiede un motore più potente, qui portato a 60 cavalli.

Non stupisce la Ferrari 512 BB del 1977, premiata nella categoria Anni ’70, in quanto rappresenta l’evoluzione tecnico stilistica della casa. Questo esemplare dotato di motore 12 cilindri e 360 cavalli è siglato Pininfarina e prodotto da Scaglietti in poco più di 900 esemplari.

Nella nuova categoria Youngtimer si è distinta la Lamborghini Diablo VT del 1995. Costruita in questa versione a trazione inegrale in soli 400 esemplari, è equipaggiata con un motore V12 da 5700 cc ed è capace di erogare quasi 500 cavalli. Il proprietario, Francesco Barbero, aveva inoltregià vinto nella categoria Best in Show nel 2021 assieme ad una Lancia Aurelia B24S convertibile del 1958.

Per ultimo, il “Premio Special del Pubblico”, è stato assegnato ad una Fiat 500 Vignale Gamine del 1970, iconico modello che diede il via alle auto sportive nipponiche anche nel mercatoamericano.

Varazze Classic Cars sfilataAltri modelli degni di essere menzionati sono: la Fiat 1100 del 1952, la Chevrolet Corvette, l’inglese Haustin Healey e la Mercedes 380 SL, vettura guidata da Richard Gere nel film American Gigolo.

Marina di Varazze Classic Cars compie quattro anni, il livello qualitativo delle vetture partecipanti è senza dubbio salito, così come più varia è diventata la provenienza dei partecipanti che quest’anno ci hanno raggiunto anche dal Centro Italia – dichiara Giorgio Casareto, Amministratore Delegato e Direttore di Marina di VarazzeDopo i primi tre anni in cui siamo stati letteralmente accompagnati dall’Ingegner Leonardo Fioravanti, storico designer di Pininfarina e Ferrari – che in qualità di autorevole presidente di giuria e amico ci ha sostenuto credendo nel nostro progetto e dando una precisa impronta allo stile del concorso – dovremo ora continuare a lavorare per rafforzare la formula rivelatasi vincente e che ormai ci connota, migliorando sempre di più qualità e organizzazione. Il crescente supporto offerto dall’ASI, testimoniato quest’anno dalla presenza del vicepresidente Antonio Verzera, è segno di grande incoraggiamento in tal senso. I riscontri ricevuti dai partecipanti sono un notevole stimolo a far sì che il Marina di Varazze Classic Cars prosegua sulle proprie ruote, per così dire, puntando a sinergie sempre più strette con la Città al cui Sindaco Luigi Pierfederici va il particolare e sentito ringraziamento per averci onorato della sua presenza.

Lascia un commento

Your email address will not be published.