Marina di Loano polemica
////

Polemica sul Marina di Loano, risponde il direttore del porto: “Il lettore era a conoscenza delle procedure”

1 min read

Pubblichiamo la risposta del direttore del Marina di Loano, Marco Cornacchia, alla lettera di protesta del nostro lettore, Francesco Anello

Gentile Direttore,

naturalmente sono molto spiacente della situazione venutasi a creare con il sig. Anello che, come ha
giustamente scritto, ha beneficiato di uno sconto grazie alla promozione “Porta un amico”. L’anno
dopo, non avendo portato nessun amico, non poteva ottenere lo stesso sconto. L’amico del sig.
Anello si trova ancora presso Marina di Loano.

Se si fosse trattato di chiunque altro avrei potuto pensare a una svista, ma il sig. Anello aveva dato
disdetta scritta, con raccomandata, ad un precedente contratto a febbraio 2013, quindi era
perfettamente a conoscenza della procedura e di quanto chiaramente previsto dall’articolo 7.
Inoltre il sig. Anello era perfettamente a conoscenza della tariffa corrente di listino: infatti nel
frattempo ci aveva chiesto una nuova offerta. A seguito di tale richiesta e dopo numerosi incontri,
gli era stata inviata una mail con una tariffa leggermente superiore a quella dell’anno precedente e
nettamente inferiore rispetto a quella da lui pubblicata.

Si segnala che la tariffa di listino del 2016 per un posto barca di 16 metri era pari ad euro 10.800 +
IVA.

Marina di Loano è stata classificata da “Yachting Pages” come la decima marina al mondo nel
rapporto tra lunghezza dei posti barca e servizi. Inoltre vanta una diga larga di 63 metri e alta 6
metri (si traduce nel fatto che i nostri clienti non hanno bisogno delle molle alle cime d’ormeggio),
attualmente ci sono 10 ristoranti, 3 bar, una gelateria, uno shipchandler, una lavanderia automatica,
un cantiere come Amico Loano, un Circolo Nautico, una spiaggia tra le più belle della Liguria.
Abbiamo da affittare un totale di 885 posti barca (dei quali circa 550 sono affittati) più 114 posti
barca dedicati alla nautica sociale, con lista d’attesa e 30 posti per i pescatori professionali. Nel
perimetro della marina lavorano, a seconda del periodo, dalle 150 alle 200 persone.

Marco Cornacchia
Direttore Marina di Loano

5 Comments

  1. Buongiorno a tutti.
    Il caso del sig. Anelli potrà, probabilmente, essere spiegato come lei dice, direttore, sicuramente se le cose stanno in questo modo sarà facile verificarlo.
    Purtroppo, però, il problema da lui sollevato è solo la cima dell’iceberg del Porto di Loano e lei unitamente a coloro venuti prima di lei, i problemi di gestione, e non solo, di quello che lei decanta come la decima marina al mondo, li conoscete tutti molto bene. Non sta a me ricordarli in questo spazio, è sufficiente leggere un po’ qua e là o frequentare il porto come operatore tecnico o come armatore per accorgersene immediatamente.
    Ho come l’impressione che Lei abbia approfittato dello spazio per pubblicizzare il porto… io avrei provato a riportarmi a casa il cliente arrabbiato, torto o ragione egli abbia, trattasi di cliente che ha preso il volo e non mi sembra che al Porto di Loano siate nelle condizioni di poter buttar via i clienti, come non mi risulta che sia l’unico ad aver spiccato il volo.
    La saluto molto cordialmente
    Rodolfo Farioli
    Lowrance & Simrad store srl

  2. Siete cari come il fuoco caro direttore ,poche manfrine e quando parlate di prezzi è inutile che parlate di 10.800 +ova perche l’iva è un costo da esborsare quindi il tutto fa 13.000 e rotti….per riempire il porto tirate giu o prezzi e state con i piedi per terra altrenti i posti rimangono vuoti..siete cari e per di piu per navigare nei week end non c’è nulla.. rispetto a levante o ponente non c’è nulla ..e almeno il prezzo dovrebbe essere appetibile…la corrente e l’acqua cari e da pagare con chiavetta…direttore mi sa che dovete rivedere gli indici di redditivita che vi aspettate…il settore non è fatto da mucche da mungere…saluto cordialmente

  3. Caro direttore il porto di Loano è bellissimo tuttavia è drammaticamente vuoto …..basta passeggiare per il porto per vedere i posti barca vuoti e gli spazi commerciali vuoti …una vera tristezza……se fosse come dice Lei ci dovrebbe essere una lista di attesa di barche che aspettano il loro turno per godersi l’ormeggio in questo bellissimo porto. Le ragioni possono essere dovute alle tariffe troppo alte oppure alla gestione oppure ad entrambe. Guardate cosa accade a Varazze e datevi una mossa. Distinti saluti.

  4. Caro direttore,

    ho letto attentamente la sua risposta: a mio avviso è unicamente stata persa una preziosa occasione per dimostare l’interesse a venire incontro agli armatori.
    Si poteva (e doveva) dimostrare l’interesse a riconciliare il rapporto con il cliente, cercare di riportarlo nel vs marina, cosa che non è stata minimamente fatta.
    Può anche darsi che il vs Marina vinca in giudizio verso il Sig. Anello, ma mi lasci dire, un marina non potrà mai crescere, fare business, vincendo cause legali (peraltro impugnando clausole vessatorie) intentate nei confronti di coloro che rappresentano la vostra maggiore risorsa.
    in questo senso trovo la sua risposta radicalmente mal impostata: un marina può crescere, imporsi sul mercato, solo attraverso il passa parola tra armatori.
    La sua risposta, mi lasci dire con sincerità, risulta odiosa agli occhi di un armatore.
    Per quanto riguarda l’ultima parte della risposta sembra più di scorrere un depliant pubblicitario del Marina di Loano. Lascia il tempo che trova.

    Cordialmente

  5. Rispetto alle tariffe di ASSomarine siete circa il 30% più cari, e se avete , come dite, circa 200 posti barca liberi, vuol dire che avete sbagliato la politica commerciale: sono convinto che se riducete di circa il 20% i vostri prezzi sarete appetibili e coprirete tutti i posti barca ora liberi. Avere tutti i posti barca coperti vi permette di essere più interessanti commercialmente per gli stessi operatori economici che gravitano attorno al porto.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Nasce la Pagina delle grane, uno spazio aperto ai lettori per denunciare guai e disavventure

Next Story

Piero Formenti al NavigaMi. Facciamo ripartire la nautica dal basso

Latest from Blog