ICE 52 Navigazione Belatrix vs Nonnoveloce
///

ICE 52, dall’Inghilterra la nomination come Best performance cruiser

1 min read

Gli italiani, dal punto di vista della progettazione e costruzione, hanno da insegnare al mondo come si fanno le barche. Dal punto di vista della cultura del mare e della diffusione della vela come costume popolare, purtroppo siamo fanalino di coda, dietro paesi come la vicina Francia e l’Inghilterra, dove la vela viene insegnata nelle scuole dell’obbligo. Quindi, anche solo la nomination da parte di un periodico inglese per concorrere al titolo di “Best performance cruiser” 2017, ha di per se il valore di un riconoscimento importante.

La rivista inglese è il Sailing Today, che proprio quest’anno celebra il suo 20esimo anniversario,  e la barca indicata come possibile vincitrice del Sailing Today Awards 2017 nella categoria “Best performance cruiser” è l’ICE 52.

Un riconoscimento che arriva a poco più di un mese dall’assegnazione del premio  Asia Marine & Boating Awards 2017 nella categoria  “Yacht a vela sopra i 45 piedi”, attribuito quest’anno ad ICE Yacht.

La nomination dell’ICE 52 colloca la barca nella rosa di scafi votabili on line direttamente sul sito di Sailing Today, dal 21 al 31 di agosto.  I vincitori verranno poi annunciati durante il Southampton Boat Show, la kermesse internazionale che si terrà dal 15 al 24 settembre prossimi, nell’omonima cittadina inglese e che vedrà presente il meglio dell’industria nautica mondiale.

Non è un caso che ICE Yachts salga alla ribalta in ambito internazionale. Da quando il cantiere è stato rilevato da Marco Malgara, la produzione si è orientata su linee molto decise: uso di materiali compositi e alta tecnologia coniugati con la tradizione dell’artigianato italiano.

D’altra parte, il cantiere che sorge nel cuore della Pianura Padana, a Salvirola, eredita alla sua nascita le esperienze condotte per anni da CN Yacht 2000, alla cui chiusura subentra ICE Yachts assorbendo gran parte delle figure più specializzate nella lavorazione di materiali compositi.

Nasce da questi saperi e dalle innovazioni introdotte dalla nuova proprietà, la linea di produzione che in questi 4 anni ha visto nascere tutte le barche di successo del cantiere, dall’Ice 33, al 52 e 52R, fino al 60 e al 100 piedi.

Scafi performanti, capaci di farsi onore sui campi di regata, ma anche destinati a una clientela che ama la crociera d’altura condotta nel comfort e nella sicurezza. Una clientela internazionale, che arriva nella provincia di Cremona a cercare un preciso tipo di barca, da Hong Kong a Città del Messico, dal Nord Europa agli Stati Uniti.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Vuoi vedere un nuovo Baglietto 48 metri? Andiamo!

Next Story

Da Suzuki il nuovo DF 350 A, un fuoribordo V 6 da 350 cavalli

Latest from Blog

Notizie Flash 2024

NOTIZIE FLASH Notizie Flash della Settimana 29 venerdì 19 luglio LA RINASCITA DEL MY URSUS Il