Plataria 

Dati Generali

Caratteristiche

Servizi In Banchina

Descrizione

Un comodo scalo, questo rappresenta Plataria per i diportisti che si trovano a navigare dalle parti di Corfù. Situato al fondo di una baia profonda aperta a nord-ovest, è velocemente raggiungibile da Corfù e da altre località gettonatissime presenti nelle vicinanze; offrendo posti barca non a pagamento (o quasi: dipende dalla stagione, a volte può capitare di trovare qualcuno che riscuote una simbolica tassa di soggiorno), Plataria viene presa in considerazione da tante imbarcazioni.

Il suo limite è quello di non offrire né un marina né un vero e proprio porto pubblico, considerando il fatto che i servizi sono pressoché assenti; il limite principale è però forse quello della capacità di accoglienza, dato che Plataria è la base di alcune compagnie di charter e dunque in alta stagione e nei weekend i già pochi posti liberi diventano un miraggio.

A fronte di tanto interesse per questo scalo mancano anche valide opzioni per ancoraggi alternativi: l'unica concreta possibilità di un ancoraggio sufficientemente riparato è quella offerta dalla spiaggia antistante il paese, che può essere presa in considerazione solo se le condizioni di vento e mare lo permettono.

A proposito di ridossi: la baia di Plataria, nonostante la sua apertura a nord-ovest, offre un buon riparo da tutti i venti inclusi quelli provenienti da questa direzione, a patto che non siano troppo forti, allorquando la corrente si fa sentire fastidiosa.
C'è da dire comunque che nel periodo estivo in questa zona i venti non spirano particolarmente sostenuti.

Arrivare a Plataria non è problematico, c'è solo da prestare attenzione, se si proviene da nord, a quando si doppia capo Kalamas poiché le secche si estendono per quasi due miglia al largo della costa e c'è da passarci ben alla larga.
Una volta all'interno della baia, puntare dritti al paese per raggiungere il porto.

Questo si trova all'estremità nord della baia ed è composto essenzialmente da riva banchinata sul lungomare, un lungo e curvo frangiflutti e un piccolo molo che si estende verso sud e segna l'ingresso del porto.
Come detto, la maggior parte del porto è occupata dalle compagnie di charter che qui hanno la loro base. Nei fine settimana il viavai è davvero intenso (e fastidioso). Una parte del frangiflutti, inoltre, quella più esterna, è riservata alle barche dei pescatori.

Attenzione a non ormeggiare nel posto sbagliato: i posti barca all'estremità sud della banchina del paese, quelli a ridosso del cporto molo che segna l'ingresso del porto, sono occupati dal battello che fa servizio turistico, se ormeggiate qui sarete presto cacciati!

All'interno del piccolo porto, l'opzione migliore è rappresentata dal frangiflutti, a cui ci si può ormeggiare di prua o di poppa, gettando l'ancora nello spazio di mare antistante. Il fondale è profondo 3,5-4 metri e ricoperto di fango molle: non è ottimo tenitore, attenzione ad assicurarsi che l'ancora abbia preso, spesso le delta e le CQR fanno molta fatica qui.

La maggior parte della parte interna del frangiflutti è di solito occupata da imbarcazioni locali e solo verso l'estremità c'è spazio per i visitatori; occhio però che qui la banchina è piuttosto bassa e con un po' di mare tende subito a essere sommersa.
Altra opzione è quella di ormeggiarsi direttamente sul lungomare del paese, sulla riva banchinata, dove la profondità è di 4 metri e il fondo è simile a quello vicino al frangiflutti (e pone dunque gli stessi problemi).

I servizi offerti dal porticciolo si limitano a colonnine con acqua ed elettricità sul frangiflutti, lungo la riva del paese non c'è nulla. Non ci sono servizi igienici o docce. Per il rifornimento carburante ci si può accordare in paese e far arrivare una mini cisterna presso il porto.

Se non si trovasse posto in porto (cosa tutt'altro che remota) si può, con tempo e mare buoni, dirigersi alla spiaggia a sud del paese e dare fondo all'ancora lì davanti. Profondità di 5-6 metri e fondo di sabbia e alghe assicurano una buona tenuta per una notte tranquilla.

Per completare il profilo dei servizi che potete torvare qui, il piccolo paesino di Plataria offre il minimo indispensabile: fruttivendolo, macellaio, panettiere, piccoli supermercati, cassonetti per l'immondizia. Per chi è in cerca di divagazioni gastronomiche... c'è l'imbarazzo della scelta: molti i ristoranti e le taverne in paese, numerose le possibilità di mangiare ottimo pesce fresco, vengono segnalati particolarmente alcuni ristoranti nei pressi della lunga spiaggia che si estende a sud dell'abitato.

Sul fronte turismo, Plataria non offre molto. E' un piccolo paese di circa mille anime che triplica la sua popolazione durante l'estate, quando si popola di turisti provenienti da tutta Europa che qui possiedono case di proprietà o in affitto. La sua attrattiva principale risiede nella natura quasi selvaggia che domina la zona e che si estende fino al mare cristallino, eccezion fatta proprio per l'abitato di Plataria. La spiaggia, lunga e bianca, merita una visita.

http://www.sailingeurope.com/images/charter/Greece/Epirus/Plataria/Limeniskos%20Platarias%20Marina/Limeniskos%20Platarias%20Marina1.jpg

http://photos.wikimapia.org/p/00/02/67/94/99_big.jpg

Commenti